sabato 12 agosto 2017

Italia che affonda anche nell'atletica


Atletica antica passione. Nessun altro sport sa darmi le stesse emozioni. Fin da bambino non perdo un'olimpiade, un europeo o un mondiale ed è veramente triste vedere l'Italia così ridotta: una comparsa in un film in cui tutti gli altri sono protagonisti. A un giorno dalla fine dei mondiali di Londra siamo a 0 medaglie e soprattutto nessun atleta che abbia raggiunto una finale. La regina dello sport come metafora del nostro declino.

10 commenti:

  1. anch'io adoro l'atletica e dispiace anche a me vedere com'è ridotta in Italia. Siamo un paese calciocentrico purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da sempre, ma fino a 15 anni fa almeno avevamo ancora atleti di punta come Fiona May, A. Howe, Fabrizio Mori e Baldini. Ora il vuoto: una roba vergognosa.

      Elimina
  2. Non c'è una Sara Simeoni?... o un Mennea? ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancano atleti di quella levatura e con quel carisma, ma soprattutto manca la cultura e il piacere di seguire la regina degli sport. Me ne accorgo parlando con le persone che conosco: finiti i 100m tutto il resto viene ignorato.

      Elimina
  3. Il mondo si è globalizzato e ormai nell'atletica è difficilissimo vincere, per tutti. C'è molta più concorrenza rispetto anche solo a un paio di decenni fa. Perfino gli Stati Uniti fanno molta più fatica di un tempo a portare a casa le medaglie.
    Però è anche vero che in Italia mancano cultura e soldi. Abbiamo impianti fatiscenti, gli stadi servono soprattutto per il calcio e a tutti sembra andar bene così... in effetti il confronto con le nazioni più affini a noi (tipo Francia e Gran Bretagna, ma anche la Spagna) è davvero impietoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dovrebbe ricominciare dalle scuole, dove in ed. motoria l'atletica viene quasi ignorata. Ricordo che mi appassionai proprio a scuola con i giochi della gioventù, quando cominciai a praticare il salto in alto e via via le altre discipline. Verissimo, c'è sempre più concorrenza, però in questi mondiali c'è una rinascita del movimento USA, si vede che hanno ricominciato a programmare e a lavorare bene: addirittura una doppietta nei 3000 siepi donne, da sempre regno delle africane.

      Elimina
  4. Dici bene e dite tutto nel post e nei commenti: manca la cultura. L'atletica è lo Sport.
    Non me ne vogliano i tifosi del calcio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è sempre piaciuto anche il calcio, ma la deriva Panem et Circenses degli ultimi anni sotto la dittatura di sceicchi e magnati mi sta allontanando.

      Elimina
  5. E aggiungo i soldi e i diritti TV...
    Spero di non essere tacciato per qualunquismo... :-)

    RispondiElimina
  6. Non mancano solo la cultura e una buona educazione motoria; l'istituzione che dovrebbe promuovere lo sport, a tutti i livelli, e' diventato un comitato d'affari utile solo a se stesso.

    RispondiElimina

Welcome