giovedì 1 giugno 2017

Byrne e Weller: due fuoriclasse

Grande ritorno di Paul Weller, che nonostante l'avvicinarsi dei 60 mostra vitalità e classe da vendere con il suo nuovo lavoro intitolato A Kind Revolution. Un repertorio che spazia fra soul, britpop, R&B fino alla ballata struggente, a conferma della sua ecletticità. Solo in apparenza tutto semplice e prevedibile. Ospiti d'eccezione tra cui anche Robert Wyatt alla tromba.


Uno degli artisti che più mi manca è David Byrne e così ogni tanto mi diverto a ricercare cose inedite. Da guardare, oltre che da ascoltare, la sua strepitosa performance di Zimbra in questo programma che si intitolava Sessions at West 54th presso gli Sony Music Studios in West 54th Street a Manhattan, esattamente vent'anni fa. Roba da matti: da saltare sulla sedia!

10 commenti:

  1. Risposte
    1. Se riunisse i T.H. lo ricoprirebbero d'oro, ma lui nada.

      Elimina
  2. Indubbiamente!
    Fra i due scelgo David gran testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io negli 80s preferivo i Talking Heads agli Style Council: altissimo livello comunque!

      Elimina
    2. Si si.
      Ho recuperato a basso prezzo un libro di testi tradotti di Byrne proprio poche settimane fa ...

      Vorrei dedicare un post a Nothing but flowers... mi dici a caldo una tua impressione come spunto? Grazie se ti va eh

      Elimina
    3. Certamente! Ti dico che non è una delle mie preferite delle teste parlanti. Con "Naked" siamo nella fase calante però... ce ne fossero! ;)

      Elimina
    4. Grazie, la vorrei usare per un post ambientalista e sul consumismo.

      Elimina
  3. Weller in ascolto in questo momento a tutto volume: mi sembra uno dei suoi migliori lavori degli ultimi anni. Tre/quattro canzoni di assoluto livello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà uno dei miei dischi dell'estate.

      Elimina
  4. Grandi entrambi, anche se apprezzo di più PW. In verità mi piace moltissimo con gli Style Council, molto con i Jam e molto meno come solista. In tutti questi anni avrò comprato 5-6 suoi album solistici, eppure nessuno che mi sia piaciuto davvero.

    RispondiElimina

Welcome