giovedì 29 giugno 2017

Autobiografia cinematografica #2: i miei cult movies del passato

Seconda parte con la storia del cinema, ovvero la lista dei 10 film che ho più amato. Visti e spesso rivisti nel corso del tempo; parliamo di capolavori girati prima degli anni settanta, o poco più, che per ovvi motivi anagrafici ho potuto apprezzare successivamente.

Freaks
Preso ad esempio da fotografi (Diane Arbus), cantanti rock (Ramones, David Bowie) e registi (Alejandro Jodorowsky) proprio a sostegno delle lotte dei diritti dei diversi. Anche se in decenni successivi altri autori come David Lynch, Terry Gilliam e Tim Burton si sono ispirati ai Freaks di Tod Browning, solo pochi (Ciprì e Maresco è l’esempio più calzante) ne hanno compreso veramente il potenziale eversivo.  Sentieriselvaggi
I pregiudizi e il perbenismo costarono al regista il bando da Hollywood e danneggiarono per sempre la sua carriera.

Il grande dittatore
Rivisto di recente: risate e occhi lucidi per un capolavoro senza tempo. Qua




Rashômon
Ne ho parlato qua.





Viale del tramonto
Spietata satira sul mondo di Hollywood con Gloria Swanson diva decadente.





Orizzonti di gloria
Una delle più efficaci rappresentazioni sull'assurdità della guerra.





I 400 colpi 
A proposito di autobiografie: i libri e il cinema come salvezza.




La ricotta 

La pellicola con Orson Welles sequestrata per vilipendio alla religione. Post





Hollywood Party 

Peter Sellers in una serie di gag devastanti. Alta scuola di regia e recitazione.





Rosemary's baby
L'horror psicologico per eccellenza.





I Diavoli

Su questo film, visto due anni fa, uno dei miei post più lunghi di sempre




16 commenti:

  1. Uh, uno che ama I Diavoli! Appena posso leggo il tuo post apposito.
    Comunque, molto diversi dai miei (del passato)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Tanti tuoi cult sono anche i miei, su tutti Rosemary's Baby, Freaks, Viale del tramonto e Rashomon, quest'ultimo visto solo una volta ma mai dimenticato, splendido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, ma lo voglio e lo devo rivedere.

      Elimina
  3. di questi tempi io ci metterei tutti i film di Jean-Pierre Melville

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non conosco. Sono andato a leggere qualcosa, interessante...

      Elimina
  4. Mi ricordo il tuo post su I diavoli, che non ho ancora visto. Tra questi metto tra i miei preferiti Chaplin (anche se Tempi moderni lo preferisco), Wilder (mi piacciono un sacco di suoi film), Edwards (sono morto dal ridere la prima volta che l'ho visto, vorrei rivedere "Victor Victoria"), Truffaut (insuperato il suo esordio), Kubrick (che aggiungere?, quello è un capolavoro pacifista, meglio di "Full Metal Jacket", molto meglio, diciamolo pure). Di Pasolini preferisco "Salò", e anche "La trilogia della vita" ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salò ho faticato a reggerlo psicologicamente! Ero giovane, non so... forse adesso sarebbe anche peggio.

      Elimina
    2. Eh Salò di Pasolini non l'ho mai visto ma ne ho letto, credo che Pasolini abbai raggiunto lo scopo con il film,d'altronde Pasolini era un grande Artista a tutto tondo, molto libero mentalmente.

      Elimina
  5. Caro Amico,
    bella lista condivido moltissimo, eccetto per Rosemary ... l'horror in genere mi fa paura e per questo non l'ho mai visto con Shining di Kubrick, sono troppo suggestionabile...
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che far paura è raffinatamente inquietante....

      Elimina
  6. Tod Browning?
    Purtroppo anche lui rientrò in quel repulisti hollywoodiano.
    Gran visionario.

    RispondiElimina
  7. Ma guarda te la coincidenza.
    Ho rivisto Freaks due sere fa, in compagnai dei miei figli (in inglese con sottotitoli); in programma poi avremmo anche Elephant man (della serie "i figli vanno educati da piccoli").
    Non sono un esperto , ma sottoscrivo anche buona parte degli altri. Comunque, se ti può interessare, ci avrei cacciato dentro anche "Il settimo sigillo". Da giovane l'ho visto a rate perchè lo ritenevo troppo "difficile"; in realtà non è così e oggi sono felice di averlo rivisto per intero più di una volta.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Il settimo sigillo" idem anche per me. Visto quand'ero troppo giovane. Prima o poi bisognerà rimediare!
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  8. Grandissima selezione Lucien!
    Adoro, ADORO, Viale del tramonto ... la quintessenza del noir, cast stellare. Freaks l'ho visto a scuola di specializzazione (tema dis-abilità). I 400 colpi ... beh, che altro aggiungere?
    Ohh, e Hollywood Party! Grandissimo Peter Sellers :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni volta che lo passano in tv... mi fa effetto calamita!

      Elimina

Welcome